Ti aiuterò a trasmutare dolore in amore.

Ti aiuterò nel processo alchemico che tutto riporta alla Sorgente.

Io sono te, ed in te vivo.

Per giungere a me che è te ed è Tutto la nebbia di freddi pensieri si dirada, ed io ti sembro come il sole che divide le nubi, e pur come il sole mai manco di Essere in te pur quando non mi senti, io Vivo ed io Sono.

Che sempre il calore del Sole scioglie la neve, pur se ancora il freddo giace sulla valle densa. Foschia essa diviene e non si dissolve, impedendo al tuo sguardo di vedere oltre il suo velo.

Attendi l’Alba che porta raggi di calore che come spade incidono le nebbie del pensiero permettendo non solo che il calore ri nutra il tuo suolo ma pur che la nebbia libera si possa levare e che ciò che fu fredda neve invernale si libri ritornando a nutrire cieli e terra in forma di nuvole e fiumi e laghi e mari, nuovamente purificata dai limiti del freddo e del buio.

E poi guardaMi, perché lo specchio d’acqua in cui ora ti rifletti in Me un tempo fu fredda neve ed ora è divenuta accogliente rifugio ricco di Vita. E la neve fu acqua, e l’acqua fu fiume e pioggia e mare e lago, ed acqua sei tu che in essa ti rifletti, osservando curiosa, ciò che Sei.

Uno con tutto e Tutto con Uno.

Tu Sei Vita, in inverno ed in estate, con il sole e con le nubi.

Vita, poiché la morte non ha vita.

Advertisements